La Città delle 100 Campane

14 Dicembre 2008 - Acireale.


Visualizzazione ingrandita della mappa

Luogo d'appuntamento: Piazza Belvedere alle 9:00

Descrizione:
Posta su un altopiano verdeggiante alle pendici dell'Etna, a strapiombo sul mar Ionio, Acireale (Jaci in siciliano) sorge a metà della costa jonica siciliana, a 15 km da Catania. Il centro storico vanta diversi edifici in stile barocco ed importanti chiese, eredità queste del periodo d'oro che la città visse nel Cinquecento. La grande ricchezza del ceto mercantile permise l'insediarsi di una popolazione nobile e di tante corporazioni religiose, così da meritare il nome di città delle cento campane. Quest'anno il CAI di Acireale nella persona del Dott. Cucuccio ha voluto rendere merito alla città proponendo un insolita escursione tra i campanili di alcune chiese del centro storico. Luoghi quasi mai profanati dall'uomo, meta invece degli amabili ed insieme temibili colombi... I partecipanti, circa 30 persone hanno goduto di pittoreschi paesaggi, facendo rivivere le antiche ed anguste scale che portano alle vette cittadine, quanto mai insolite per gli escursionisti del CAI.
Campanile di San Giuseppe - Acireale
Quel giorno, il discorso del Presidente:
Il suono della campana rappresenta la voce di Dio, del Signore che chiama i suoi figli per pregare insieme. La campana, in ambito cristiano, sostituisce il corno ebraico che avvisa ancor oggi l'inizio del sabato, giorno di riposo assoluto. Per i cristiani il giorno del Signore è la domenica, tanto è vero che questo "nuovo giorno" viene salutato con il suono festoso delle campane. La domenica, Pasqua della settimana, è per i cristiani memoriale di Cristo morto e risorto, così come le solennità liturgiche.
Nella nostra zona ed in Acireale in particolare, la festa di un Santo viene avvisata attraverso il suono della campana maggiore, con il motivo ritmico del Consolato, in dialetto 'u Cunsulatu. Successivamente lo scampanio con tutte le campane. Con il loro suono annunciano l'inizio della celebrazione eucaristica di ogni messa con i caratteristici trenta rintocchi, ripetuti ogni 15 minuti per tre volte.
Altro modo di suonare le campane è il mortorio, litania che accompagna una persona defunta ed invita la comunità alla preghiera.
Antonino Cucuccio - Acireale (Catania)

Per avere maggiori informazioni, puoi inviare un'email O visita la pagina web dell'escursione www.caiacireale.it presso il sito dell'ente organizzativo (Club Alpino Italiano di Acireale).

Accompagnatori / Istruttori: